Autore: syrus

NOVITA’ GIORNALISTI: PENSIONE, CIG, ESODO E PREPENSIONAMENTI

NOVITA’ GIORNALISTI: PENSIONE, CIG, ESODO E PREPENSIONAMENTI

Con il D. Lgs. 69/2017, sono state pubblicate le disposizioni per l’incremento dei requisiti e la ridefinizione dei criteri per l’accesso ai trattamenti di pensione di vecchiaia anticipata dei giornalisti e per riconoscere gli stati di crisi delle imprese editrici. Le novità più importanti riguardano la regolamentazione del trattamento straordinario di integrazione salariale per le imprese del settore dell’editoria. La norma è intervenuta anche sulle disposizioni di esodo e prepensionamento, in particolare sui destinatari delle norme, i presupposti e le procedure per le richieste di intervento di integrazione salariale. La norma entrerà in vigore il prossimo 16 giugno.

POLIGRAFICI: MODIFICA DI ALCUNI ISTITUTI CONTRATTUALI

POLIGRAFICI: MODIFICA DI ALCUNI ISTITUTI CONTRATTUALI

Il 10 maggio 2017 è stato stipulato il verbale di accordo per la modifica di alcuni istituti, al fine di favorire l’incremento occupazionale del settore. Tale accordo che sarà in vigore dall’ 11 maggio 2017 al 31 dicembre 2017, prevede una particolare disciplina in tema di nuove assunzioni a tempo determinato, indeterminato e per le trasformazioni di preesistenti rapporti effettuate a partire dal giorno 11 maggio 2017.

Di seguito, le modifiche agli istituti contrattuali:

ORARIO DI LAVORO: l’orario è fissato in 40 ore settimanali con 37 ore e 30 minuti di lavoro effettivo, distribuite su 5 o 6 giorni. Ai lavoratori verranno riconosciute 120 ore di ROL, che vanno ad assorbire interamente i 13 giorni di riposo retribuiti previsti dal CCNL. Riguardo ai dipendenti che lavorano interamente nella fascia oraria notturna tra le ore 22,00 e le ore 6,00, viene confermato l’orario di lavoro settimanale previsto dal CCNL.

GRATIFICA NATALIZIA: E’ stata stabilita nella misura di 26/26 durante i primi 5 anni di servizio.

PREVIDENZA COMPLEMENTARE: La percentuale del contributo dovuto al Fondo nazionale di previdenza complementare per i lavoratori, il Fondo Casella, è fissata nella misura del 4,20% dell’imponibile INPS.

TRATTAMENTI INTEGRATIVI AZIENDALI: Le Parti convengono che, in relazione alle nuove assunzioni, troverà applicazione per un massimo di 3 anni esclusivamente il trattamento economico e normativo stabilito dal verbale di accordo e dal CCNL, con esclusione di ogni trattamento economico integrativo aziendale ad eccezione degli emolumenti aziendali legati alla produttività.

COMUNICAZIONI IVA: PROROGA AL 12 GIUGNO 2017

COMUNICAZIONI IVA: PROROGA AL 12 GIUGNO 2017

DECRETO DI PROROGA DELLA TRASMISSIONE DELLE COMUNICAZIONI IVA TRIMESTRALI: viste le difficoltà procedurali, è stato pubblicato il decreto contenente la proroga relativa alla trasmissione delle comunicazioni Iva trimestrali. Il termine è stato prorogato dal 31 maggio al prossimo 12 giugno.

FRANCIA: NOVITA’ IN MATERIA DI DISTACCO

FRANCIA: NOVITA’ IN MATERIA DI DISTACCO

Il Governo francese ha varato un Decreto che prevede il pagamento di 40,00 euro per ogni lavoratore distaccato da imprese estere, a titolo di contributo per le spese di attuazione e funzionamento del sistema di dematerializzazione, segnalazione, controllo ed elaborazione dati dei lavoratori distaccati. La nuova disposizione dovrebbe applicarsi anche alle imprese di autotrasporto che caricano e scaricano i veicoli in Francia. Questo procedimento entrerà in vigore solo dopo la pubblicazione di un apposito decreto che stabilisca le condizioni per l’attuazione ed il funzionamento del sistema di pagamento elettronico e, comunque, non oltre il 1° gennaio 2018.

RISORSE FINANZIARIE 2017 PER LE ASSUNZIONI DEI LAVORATORI DISABILI

RISORSE FINANZIARIE 2017 PER LE ASSUNZIONI DEI LAVORATORI DISABILI

Spettabile clientela,

siamo lieti nel comunicarVi che, con decreto interministeriale del 16 marzo 2017, sono trasferite le risorse all’INPS per l’esercizio finanziario 2017 e per il triennio 2017-2019 relativamente al Fondo per il diritto al lavoro dei disabili. Dette risorse sono destinate a sostenere gli incentivi alle assunzioni di personale disabile previsti dalla Legge n. 68/1999.

ROTTAMAZIONE CARTELLE EQUITALIA – DEFINIZIONE AGEVOLATA: NUOVI TERMINI

ROTTAMAZIONE CARTELLE EQUITALIA – DEFINIZIONE AGEVOLATA: NUOVI TERMINI

Nel ricordare che il 21 aprile scorso, sono scaduti i termini per aderire alla definizione agevolata, Equitalia richiama le disposizioni contenute nel d.l. n. 8/2017, convertito con modificazioni dalla Legge n. 45/2017, che prorogano al prossimo 15 giugno, il termine entro cui Equitalia deve comunicare al contribuente l’ammontare complessivo delle somme dovute. 

Congedo per gravi motivi di famiglia

Congedo per gravi motivi di famiglia

TRE GIORNI: Ai sensi dell’art. 4, Legge n. 53/2000, ogni lavoratore ha diritto ad un permesso retribuito (a carico del datore di lavoro, senza alcun tipo di partecipazione da parte dello Stato) di tre giorni lavorativi all’anno in caso di decesso o di documentata grave infermità del coniuge (anche legalmente separato), di un parente entro il secondo grado (anche se non convivente) o del convivente. I giorni di permesso devono essere utilizzati entro 7 giorni dal decesso o dall’accertamento dell’insorgenza della grave infermità. La documentazione sanitaria attestante la grave infermità, deve provenire da strutture pubbliche e deve essere consegnata al datore di lavoro, entro 5 giorni dalla ripresa dell’attività lavorativa. Nei giorni di permesso non sono da considerare i giorni festivi e quelli non lavorativi. In alternativa, nei casi di documentata grave infermità, il lavoratore può concordare con il datore di lavoro diverse modalità di espletamento dell’attività lavorativa. Questi permessi sono cumulabili con quelli previsti dalla Legge n. 104/1992.

il 10 aprile 2017 sono in scadenza i contributi domestici

il 10 aprile 2017 sono in scadenza i contributi domestici

Ricordiamo a tutti i datori di lavoro domestico che, lunedì 10 aprile p.v., sono in scadenza i contributi relativi al trimestre Gennaio-Marzo. Ricordiamo altresì che, quando si assume un domestico, la comunicazione di assunzione deve essere presentata all’Inps entro le ore 24 del giorno precedente (anche se festivo) a quello di inizio del rapporto di lavoro.

LEGGE DI BILANCIO 2017: DETASSAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO E WELFARE AZIENDALE

LEGGE DI BILANCIO 2017: DETASSAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO E WELFARE AZIENDALE

Cari utenti,
anche se si tratta ancora di un disegno di legge, mi vorrei soffermare sulle novità previste dall’art. 23 in fatto di detassazione dei premi di risultato per l’anno 2017. Viene aumentato a 3.000 euro, l’ammontare massimo assoggettabile ad imposta sostitutiva nella misura del 10% (l’importo fissato per l’anno 2016 è pari a euro 2.000). Il predetto limite è elevabile a 4.000 euro per le aziende che prevedono il coinvolgimento dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro (per l’anno 2016, il limite è di euro 2.500). Novità assai rilevante è poi l’innalzamento ad euro 80.000 dell’ammontare massimo di reddito di lavoro dipendente prodotto dal lavoratore nell’anno precedente a quello di percezione del premio per poter accedere al regime fiscale agevolato; ricordiamo che, per l’anno 2016, tale limite è di 50.000 euro. In tema di welfare, è poi assai rilevante, la nuova formulazione dell’art. 51, comma 2, TUIR, in base alla quale non concorrono a formare il reddito, “i contributi e i premi versati dal datore di lavoro a favore della generalità dei dipendenti o di categorie di dipendenti per prestazioni, anche in forma assicurativa, aventi per oggetto il rischio di non autosufficienza, nel compimento degli atti di vita quotidiana, le cui caratteristiche sono definite dall’articolo 2, comma 2, lettera d), numeri 1) e 2), del decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali 27 ottobre 2009, pubblicato nella G.U. n. 12 del 16 gennaio 2010, o aventi per oggetto il rischio di gravi patologie”. Trattandosi ancora di un disegno di legge attualmente all’esame della Camera, vi terremo aggiornati, con l’approvazione definitiva. Buon lavoro.
MONICA MELANI